“La più bella” – Brigit Young

“Storie per ragazzi (…e non solo)” ci ha accompagnato per tutte le vacanze, ma ora altre esperienze ci attendono. Questo è l’ultimo appuntamento dell’estate 2022; questa settimana iniziano le attività scolastiche. Le recensioni della nostra rubrica non saranno più regolari, ma di tanto in tanto qualche bel romanzo per ragazzi comparirà nel nostro blog. Speriamo che, nel frattempo, leggere sia diventato uno dei più divertenti passatempi delle vostre giornate.

Quando le insicurezze adolescenziali e la sensibilità femminile incontrano le fragilità adolescenziali e la superficialità maschile accadono sempre guai.

E’ quanto racconta la scrittrice statunitense Brigit Young nel suo romanzo La più bella. Tu non sei un numero.

Eve, terza media, vorrebbe continuare a passare inosservata fra la maggior parte dei suoi coetanei. Sophie affronta sacrifici sconosciuti ai suoi coetanei per essere sempre al top, la ragazza più popolare della scuola. Ma accade che, per scherzo o per cattiveria, qualcuno diffonde una lista, la top 50 delle ragazze più belle della scuola: Eve è la numero uno, Sophie solo seconda!

E’ uno tsunami nella vita delle due protagoniste e in quella di tutte le ragazze della scuola.

Ma chi ha sconvolto la tranquilla appagante monotonia scolastica con un’idea così devastante? Chi ha pensato che potesse essere lusinghiero trovarsi nella lista e non mortificante esserne esclusi?

Sicuramente un ragazzo! O forse Eve stessa ha compilato la lista e si è messa al primo posto per farsi notare.

Tra pianti disperati e reciproche accuse, Eve e Sophie, con l’aiuto di Nessa, riusciranno a stringere un’imprevedibile alleanza per smascherare il colpevole. Sarà un percorso di crescita e di conoscenza che si allargherà a tante altre ragazze della classe e della scuola, che le porterà ad accettarsi, ad aprirsi, a scoprire e valorizzare le proprie peculiarità. A dimostrare che nessuno è un numero su una lista e che un corpo è solo un involucro attorno ad un universo di potenzialità.

Brigit Young scrive con ritmo rapido, intrecciando le storie dei tre personaggi principali, ma anche focalizzando l’attenzione sulle loro diverse personalità e sulle loro storie familiari. La Young scrive con viva partecipazione, perché racconta un pezzo della sua storia di ragazzina bullizzata per il suo aspetto fisico.

La più bella è un romanzo che fa veramente riflettere, da leggere e discutere insieme, ragazzi e ragazze, per capire chi siamo veramente e chi vorremo essere in un futuro non troppo lontano.

Buona lettura e, adesso, buon anno scolastico.


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.