“Nero diamante” – Roberto Morgese

Continua anche quest’anno, tutti i lunedì, per tutta l’estate, “Storie per ragazzi (…e non solo)”, una carrellata di libri per i più giovani, che possono avvincere, emozionare e far riflettere anche gli adulti. Si tratta di consigli per accompagnare le ormai prossime vacanze scolastiche con gradevolissimi compagni d’avventura e per ricordare che i libri, quando non sono tra le mani dei prof, sanno sempre essere discreti ed autentici amici!

Ci sono dei libri belli perché piacevoli e ci sono dei libri belli perché necessari. A questi ultimi appartiene Nero diamante di Roberto Morgese: una storia intensa e profonda.

Kito è un dodicenne africano che vive in un villaggio al confine tra Uganda e Repubblica Democratica del Congo. Kito, come il padre Dume ed il fratellino Zifa, lavora nel “grande buco”,  una delle tante miniere di coltan della zona. Il coltan è un minerale nero, utilizzato per costruire alcuni componenti dei cellulari. Un giorno, mentre sta liberando Zifa dal terreno che lo ha intrappolato dopo il crollo parziale di una galleria, insperatamente Kito trova un grosso diamante. La vita della sua povera famiglia potrebbe cambiare. Tuttavia, rendere noto il prezioso ritrovamento potrebbe essere molto rischioso e suscitare pericolose invidie. Così Kito parte segretamente con il fratellino Zifa, per raggiungere una missione di religiose, in un villaggio piuttosto distante, dove lo aiuteranno a vendere il prezioso minerale. Lungo il viaggio i due fratelli più volte si trovano in pericolo: vengono inseguiti dagli avidi capi della miniera, che vogliono il diamante, incontrano una ragazzina cacciata dal suo villaggio perché ritenuta una strega, si imbattono in un gruppo di temibili bambini soldato. Ogni volta riescono a nascondere la pietra, aiutati anche da un giornalista che sta facendo un reportage sulle condizioni dei minatori della zona. Arrivati alla missione, dopo numerose peripezie, l’astuzia di una suora salva di nuovo il diamante dalle grinfie degli inseguitori. Ora Kito e Zifa possono ricongiungersi con la loro famiglia per cominciare una nuova vita. 

Nero diamante è una storia che apre uno squarcio su alcuni dei problemi più radicati nel continente africano: lo sfruttamento delle risorse naturali a beneficio dei Paesi economicamente più potenti, il lavoro minorile e le condizioni disumane in cui sono costretti a lavorare tanti bambini e ragazzi, pur di ottenere un sempre inadeguato riconoscimento economico.

Bravo l’autore, Roberto Morgese, a costruire una storia, dove il degrado umano e sociale si mescola abilmente con la bellezza naturale che si respira intorno e cui rimanda continuamente ogni descrizione d’ambiente, e si mescola pure con un’avventura dove la vita viene sempre messa in pericolo, ma anche dove non mancano piccoli momenti di divertimento, quadretti umoristici in cui paura e leggerezza convivono con naturalezza nella stessa vicenda.

Nero diamante è un libro bello e necessario: lo si legge con piacere, perché racconta una storia interessante, ma anche perché fa riflettere sul presente e sul futuro di una parte della nostra umanità. Buona lettura.


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.