“Cercando Laura” – Stefano Motta

Continua anche quest’anno, tutti i lunedì, per tutta l’estate, “Storie per ragazzi (…e non solo)”, una carrellata di libri per i più giovani, che possono avvincere, emozionare e far riflettere anche gli adulti. Si tratta di consigli per accompagnare le amatissime vacanze scolastiche con gradevolissimi compagni d’avventura e per ricordare che i libri, soprattutto quando non sono tra le mani degli insegnanti, sanno sempre essere discreti ed autentici amici!

Che bella idea! Stefano Motta ricorda i 650 anni dalla morte del grande poeta Francesco Petrarca (1304-1374) e celebra soprattutto il suo capolavoro, il Canzoniere, con un libro coinvolgente ed intrigante: Cercando Laura.

Francesco Canigiani è uno scrittore affermato, una celebrità, un divo nell’ambito della letteratura contemporanea. Così, la sua morte improvvisa crea un certo scompiglio nel mondo dell’editoria, fra i pochissimi amici e negli altrettanto pochi familiari, i due figli, Giovanni e Francesca, avuti da relazioni diverse. All’apertura del testamento, proprio Francesca si trova a dover gestire il patrimonio librario del padre e, in modo particolare, a creare un fondo presso la biblioteca di Padova, intitolato ad un’imprecisata “Laura di Noves”. Ma chi è questa Laura? E cosa sono quei manoscritti bruciacchiati che Francesca, insieme all’amico Paolo, ritrova nella casa del padre, ad Arquà, sui Colli Euganei? Si tratta di poesie, da cui emerge un lato veramente sconosciuto dello scrittore: intimo, sincero, molto diverso dalla figura pubblica da tutti conosciuta. E’ per questo motivo che Francesca e Paolo intraprendono un viaggio fino in Valchiusa, per cercare di capire almeno chi sia la fantomatica Laura alla quale Canigiani ha voluto intitolare il suo fondo librario e che, tra l’altro, viene più volte citata nelle poesie del manoscritto ritrovato ad Arquà. Nella casa in Valchiusa, dove Francesca ha trascorso l’infanzia con il padre, i due ragazzi troveranno l’intera raccolta delle poesie di Canigiani, un’opera finita, un autentico capolavoro. Scopriranno inoltre che Laura era stata il grande amore dello scrittore. Ma… Laura è esistita veramente? E se sì chi è, dov’è? Proprio Laura è il grande mistero che avvolge tutta la vita di Francesco Canigiani e, forse, anche quella di sua figlia Francesca.

Cercando Laura presenta una versione moderna ed avvincente della vita di Francesco Petrarca, qui chiamato Canigiani dal cognome della madre. E’ una storia d’amore tra passato e presente (anche l’amicizia tra Francesca e Paolo diventerà via via sempre più intensa e profonda), ma soprattutto è un romanzo intelligente che onora la grandezza e la modernità di uno dei padri della nostra letteratura.

La scrittura di Stefano Motta è semplice, ma non troppo, scorrevole, ma a tratti intricata ed intrigante come il mistero all’interno del quale i protagonisti si muovono. Il testo cattura il lettore ad ogni pagina.Cercando Laura di Stefano Motta è un’ottima occasione offerta ai ragazzi per conoscere, ma soprattutto per “sentire” il valore eterno dei sentimenti e delle parole che li celebrano. Buona lettura.


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.